Crociati

STORIA CROCIATA – 16/03/1999: PARMA-BORDEAUX 6-0, LA NOSTRA PIU’ AMPIA VITTORIA EUROPEA

Parma, 16 Marzo 2018 – Il Parma Calcio non muore mai. L’Europa calcistica se ne accorse il 16 marzo 1999, quando la nostra squadra, nella partita di ritorno dei quarti di finale di Coppa Uefa, che dopo due mesi conquistò per la seconda volta nella sua storia, ribaltò allo stadio Ennio Tardini contro il Bordeaux la sconfitta (2-1) rimediata un paio di settimane prima in Francia.

Il ribaltone, provocato da un forte desiderio di rivincita sportiva e di dimostrazione delle proprie potenzialità e qualità, ebbe proporzioni da leggenda davanti a circa diciassettemila tifosi.

Tant’è che la vittoria che si raggiunse per accedere alla semifinale è scolpita come la più larga del club Crociato in competizioni internazionali, ricordata ancora oggi negli annali del calcio continentali.

Fu un 6-0 che si materializzò, deflagrando soprattutto nel secondo tempo. Quando gli avversari, in svantaggio 2-0 all’intervallo, avanzarono per recuperare. Lasciando ampi spazi alla nostra efficacia offensiva.

Rompemmo il ghiaccio soltanto al 37‘ con Hernan Crespo, puntale a sfruttare ai piedi della Curva Nord un assist di Paolo Vanoli dalla sinistra su azione ispirata da Alain Boghossian.

Raddoppiammo al 45′ con un prodezza balistica di Enrico Chiesa, il quale dalla distanza di venticinque metri spedì il pallone di destro a fil di palo, raccogliendolo e controllandolo da un lungo e preciso lancio di Dino Baggio.

Classe e potenza. Come quella che caratterizzò anche il terzo gol, marchiato al 48′ da Juan Sebastian Veron con una bellissima punizione dalla linea laterale mancina. Resa imparabile pure dalla complicità di un velo di Nestor Sensini in area, ingannevole per il portiere transalpino Ulrich Ramè.

Le doppiette della coppia Chiesa-Crespo, in sette minuti, arrotondarono il risultato sul 5-0: il numero 20 al 59′, con la sua velocità, volò letteralmente a siglare su una palla che il compagno di reparto argentino gli servì dopo averla rubata nella zona nevralgica del perimetro di gioco; l’hombre del gol al 66′ replicò al volo trasformando su un altro invito di Vanoli (stavolta da colpo di testa).

Un rigore, concesso dall’arbitro norvegese Pedersen per un tocco di mani di Hervè Alicante sulla linea di porta, realizzato da Abel Balbo all’89‘, definì l’epica serata internazionale del Parma.

Il tabellino della partita

Parma-Bordeaux 6-0

Marcatori: 37’ Crespo, 43’ Chiesa, 49’ Veron, 59’ Chiesa, 66’ Crespo, 89’ Balbo su rig.

PARMA : Buffon, Thuram, Sensini, F. Cannavaro, Fuser, Baggio, Vanoli, Boghossian, (82’ Asprilla), Veron, Crespo, (74’ Fiore), Chiesa, (70’ Balbo).,
GIRONDINS BORDEAUX : Ramè, Grenet, Saveljic, Alicarte, Torres Mestre, Pavon, Diabatè, (67’ Musampa), Micoud, Benarbia, Laslandes, Wiltord.

Arbitro: Pedersen (Norvegia)

Spettatori: 16.400

Nella slide: Dino Baggio durante l’epica sfida del 16 marzo 1999 tra Parma e Bordeaux al Tardini