Crociati

PARMA-AVELLINO, LO STORICO DOPPIO EX: ANTONIO NOCERINO

A volte basta poco per ribaltare l’opinione che molti possono avere su di te. Di Antonio Nocerino si è spesso pensato fosse un centrocampista di grande cuore e grandi polmoni, che sta lì nel mezzo finchè ce ne ha (semi-cit.), al quale tutto sommato una certa abilità “circense” con il pallone poteva non essere richiesta. Poi te lo ritrovi a Wembley – non al campo sotto casa: a Wembley, ok? – con la tuta della Nazionale Under 21 mentre durante il riscaldamento palleggia con le spalle, come Maradona qualche anno e qualche chilo fa. Il Pibe però lo faceva per mettere pressione all’avversario ancora prima della gara. Nocerino lo fa perché quel pallone lo ama, vuole averlo con sè sempre, non solo quando deve inseguire un avversario in partita per rubarglielo. Se ne stacca solo per fare gol. E non saranno pochi per lui in carriera: per dire, al primo anno di Milan andrà in doppia cifra. E segnerà pure dal dischetto con l’Italia, nella sfida vinta ai rigori contro l’Inghilterra ai quarti di Euro 2012.

Antonio Nocerino è lo storico doppio ex della sfida tra Parma e Avellino, in programma domenica 29 ottobre alle 15 al “Tardini”. Uno stadio che Antonio conosce bene, avendoci giocato nella stagione 2015, quella del fallimento del Parma Fc, nella quale Nocerino fa in tempo a farsi apprezzare dal pubblico crociato per impegno e dedizione. I numeri parlano chiaro, prima di tutto: 20 presenze e 3 gol, il primo dei quali contro il suo ex Milan.

via GIPHY

Numeri di una determinazione che viene da lontano, quando un Nocerino giovanissimo lascia Napoli per Torino, dove è la Juventus che lo aggrega alle proprie giovanili. Per lui è un periodo che lo accomuna a tanti altri coetanei che partono da casa per inseguire un posto nel calcio che conta. Nel settore giovanile bianconero Nocerino impara il mestiere di calciatore, per poi cominciare a metterlo in pratica in provincia. Ed è ad Avellino che Nocerino si affaccia nel mondo professionistico, esordendo in uno 0-0 finale contro il Palermo e collezionando in Irpinia 34 presenze complessive. Dopo sole 5 presenze con il Genoa, la sua esperienza in provincia prosegue tra Catanzaro e Crotone, prima di approdare nella massima serie con la maglia del Messina. Fino a questo momento della sua carriera, Nocerino non ha ancora segnato ed è con la maglia giallorossa che trova la sua prima rete, contro l’Empoli. Ma quel gol non lo troverete negli annali, perché quella gara venne poi ribaltata con un 3-0 a tavolino per i toscani.

Ma è a Piacenza che arrivano i primi gol che stavolta sugli annali trovate tutti: saranno 6 in 37 partite con la squadra emiliana allenata da Iachini, ex giocatore bello “tosto” che forse proprio in Nocerino si rivede. Per il centrocampista campano è un momento fondamentale della propria carriera, visto che la Juventus torna a puntare su di lui e ne acquista la seconda metà del cartellino all’epoca del Piacenza. In bianconero resta un anno e totalizza 32 presenze, prima di essere ceduto al Palermo nell’ambito dell’affare Amauri. In Sicilia affina le proprie doti di centrocampista di “rottura” agendo alle spalle del più offensivo Bresciano, per poi invece sviluppare doti più offensive facendosi coprire le spalle da Migliaccio. In rosanero conta più di 100 presenze e 6 reti, che raddoppiano nella successiva esperienza rossonera. Al Milan sono anni nei quali Nocerino si ritaglia un posto anche nella Nazionale che Prandelli assembla per gli Europei di Polonia e Ucraina, dove la nazionale arriva fino alla finale.

Foto LaPresse - Alessandro Fiocchi 24/05/2015 Parma( Italia) Sport Calcio Parma - Hellas Verona Campionato di Calcio Serie A TIM 2014 2015 - Stadio "Ennio Tardini" Nella foto: Nocerino Photo LaPresse - Alessandro Fiocchi 24 May 2015 Parma ( Italy) Sport Soccer Parma - Hellas Verona Italian Football Championship League A TIM 2014 2015 - "Ennio Tardini" Stadium In the pic: Nocerino

A Parma Nocerino approda dopo un passaggio al Torino. Qui resta nella seconda parte del campionato 2015 e nonostante i problemi del club e personali riesce ad affermarsi come uno dei giocatori più apprezzati dal pubblico, per la determinazione mostrata in campo in ogni partita e facendosi trovare pronto anche in zona gol.

Oggi Nocerino è ancora in attività e gioca in Mls, con la maglia di Orlando, la stessa franchigia nella quale gioca Kakà.