Crociati

FOGGIA-PARMA, IL FOCUS SUI NOSTRI AVVERSARI

Quando mancano poco più di 24 ore alla trasferta che attende il Parma a Foggia per l’11° giornata del campionato di Serie B Conte.it, vediamo più da vicino che si sono i nostri prossimi avversari.

Quando c’era Zemanlandia
Dici Foggia e pensi subito a quando lo stadio Pino Zaccheria si trasformò in Zemanlandia. Nella seconda metà degli anni Ottanta il club rossonero era passato sotto la prorietà di Pasquale Casillo, che dopo aver ottenuto la promozione in Serie B chiamò Zdenek Zeman alla guida tecnica. L’allenatore boemo conosceva la piazza, perché era già stato sulla panchina del Foggia nel 1986/87, ovvero al primo anno di gestione Casillo. Non si parla ancora di Zemanlandia, ma la squadra con l’arrivo di Giuseppe Signori e Roberto Rambaudi (e successivamente di Ciccio Baiano) prende forma in un 4-3-3 destinato a rimanere nella storia recente del nostro calcio. Dopo due anni il Foggia vince il campionato e torna in Serie A dopo un’assenza di più di 10 anni. Al primo anno della gestione Casillo-Zeman nella massima serie, il Foggia arriva 9°. Ecco che si parla di Zemanlandia, di squadra votata all’attacco e dal gioco veloce. Un impianto che regge bene anche dopo le cessioni di Signori e Rambaudi, con un 11° e un altro 9° posto in A.

Il ritorno in B
Le successive vicende calcistiche e societarie hanno visto il Foggia negli anni allontanarsi dai piani alti del pallone. La scorsa stagione però, dopo 19 anni di assenza, i Satanelli sono tornati in cadetteria e nell’ultimo turno casalingo hanno potuto celebrare anche il ritorno alla vittoria allo Zaccheria sempre in B, battendo il Perugia per 2-1.

via GIPHY

Nel segno del 4-3-3
Oggi il club è guidato da Giovanni Stroppa, che dopo aver giocato nel Foggia nel 1993/94, è stato chiamato alla guida del club pugliese la scorsa stagione. In Lega Pro, la squadra di Stroppa ha ben figurato vincendo il proprio girone e la Supercoppa in finale contro il Venezia, ottenendo tra le altre cose il primato di 10 vittorie consecutive. In B, Stroppa sta seguendo per certi versi le orme di Zeman, giocando con un 4-3-3 schierato alla ricerca della velocità di gioco. Nella rosa dei rossoneri si trovano nomi d’esperienza come i portieri Guarna e Pelizzoli, il difensore centrale Camporese, l’esterno Fedato e la punta Beretta.