Crociati

EMANUELE CALAIO’, 50 VOLTE CROCIATO

Certo, non possiamo definirle 50 sfumature di Emanuele Calaiò, anche se in tutte queste partite con la maglia crociata lo abbiamo visto fare di tutto: gol, assist e anche sacrificarsi per la squadra. Insomma, in queste 50 gare con il Parma l’attaccante ex tra le altre di Siena e Napoli ha messo in campo tutta la propria esperienza, al servizio di un club che lo scorso anno lo ha convinto a giocare in Lega Pro, per farne uno degli uomini-chiave della promozione in Serie B ConTe.it.

I numeri, prima di tutto. L’arciere, come detto, con la partita di sabato scorso contro il Venezia ha collezionato in tutto 50 presenze tra i due campionati di Lega Pro e B (rispettivamente 36 e 6 gare disputate), Coppa Italia di Lega Pro e Tim Cup (1 ciascuna), e 6 nei playoff di Lega Pro. I gol sono fino ad ora in tutto 20, così divisi: 15 nella stagione regolare di Lega Pro dello scorso anno, più 2 nei playoff, 1 in Serie B ConTe.it e due tra Coppa Italia di Lega Pro e Tim Cup.

E se fare gol è il suo mestiere, fino ad oggi l’Arciere è stato spesso decisivo. Nella scorsa stagione, ha segnato il primo in campionato del Parma Calcio. E lo ha fatto in rovesciata, al Tardini, contro il Lumezzane. 

via GIPHY

E non è stato l’unico segnato così: si è ripetuto con questo bellissimo gesto tecnico contro il Pordenone, in un match chiave per la classifica, siglando il 3-2 finale. Sempre per la classifica, fondamentale anche il suo gol a Padova, così come anche quello del pareggio (2-2 il finale) a San Benedetto del Tronto e quello nel derby vinto in casa contro il Modena. Ed è impossibile dimenticare il gol a Fano dopo essere entrato a 4 minuti dalla fine, o la doppietta alla Lucchese nei playoff.

Ma Calaiò, che ha segnato anche il primo gol del Parma in stagione (rigore in Tim Cup contro il Bari), si è distinto anche per gli assist decisivi. Due in particolare: il primo è quello per il gol di Giorgino nel derby vinto in casa della Reggiana, il secondo è quello per il gol di Scavone nella finale playoff contro l’Alessandria.